Rebranding: tornano 2D e semplicità

Indice

I più grandi marchi di moltissimi settori hanno scelto settembre per rifinire il loro logo: analizziamo insieme il rebranding di alcuni di questi per capire quali sono i concetti chiave da seguire per una strategia vincente.

Abbiamo selezionato Volvo per il settore automobilistico, Pringles per il food ed Avast per il digitale in modo da evidenziare la strategia trasversale e comprendere meglio i trend stilistici dominanti per il 2022.

Volvo

Prosegue sulla via del flat rebranding l’automobilistica svizzera più famosa del pianeta e, sebbene la Volvo abbia intenzione di utilizzare il suo vecchio logo ancora per tutti i veicoli del 2022, la sua nuova versione, più semplice, più piatta e per certi versi più elegante, comparirà su tutti i nuovi modelli dal 2023 in poi.

Il nuovo logo Volvo ha un design piatto caratterizzato dalla nota combinazione: simbolo e scritta. Il cerchio con la freccia che punta verso l’alto in diagonale destra, rappresenta un antico simbolo del ferro, ed è da sempre parte del DNA del brand.

DNA che però non teme il cambiamento e, perdendo la barra centrale e le sue connotazioni tridimensionali, si presenta con un’importantissima apertura tra gli elementi caratterizzanti del cerchio e la freccia in alto a destra. Elementi questi che semplificano ancora di più la riconoscibilità del logo ed enfatizzano una tendenza già seguita da altre case automobilistiche come Volkswagen, Toyota e Nissan.

Mr. Pringles si tinge i baffi e perde i capelli

Possiamo dire addio al celeberrimo packaging della Pringles ed alla sua mascotte Mr. Pringles: entrambi non subivano modifiche da vent’anni ed ora sono pronti a lanciarsi sul mercato con uno stile rinnovato e più in linea con i trend odierni. Il progetto di rebranding porta la firma dello studio di design britannico Jones Knowles Ritchie (JKR).

Il mercato del food ha esigenze simili a quelle del settore automobilistico, da queste nascono la nuova semplicità e riconoscibilità del marchio, ma vive anche di stimoli specifici che impongono una colorazione viva, brillante ed “eye catching”. Mentre le automobili di lusso della Volvo esigono discrezione, eleganza e performance, le patatine più famose del mondo vogliono puntare sul divertimento, sulla riconoscibilità della scelta e sulla facilità di acquisizione. Tutti dettagli che i nuovi marchi delle due imprese internazionali incarnano perfettamente.

Una delle modifiche più evidenti è la perdita dei capelli di Mr. Pringles che, come possiamo vedere, è sempre al centro della scena. La nuova versione ha un paio di sopracciglia espressive e un farfallino rosso oversize. Il marchio denominativo è stato aggiornato ed è stato inserito all’interno del papillon.

Avast: addio alla macchia

Protezione, condivisione ed unità. Principi questi che per tutta la storia dell’umanità sono stati associati alla forma circolare. Ora Avast imprime il cerchio nel suo marchio e rimarca la sua mission: “responsabilizzare ed aiutare ogni cittadino digitale”. In questa nuova dimensione, la società famosa per aggiornare spesso i suoi database e farlo sapere ai suoi utenti, vuole fare un salto verso il futuro e puntare sulla collettività digitale come rampa di lancio.

Anche in questo caso il marchio, perdendo la macchia irregolare in favore del cerchio arancione e rendendo la scritta ancora più semplice ed intuitiva conferma la tendenza verso la semplificazione ed il 2D, mantenendo però un punto di vista saldo sul proprio mercato e la propria mission. Per questo motivo è l’unico dei rebranding che abbiamo deciso di analizzare in questo articolo a presentare elementi piccoli e diversi all’interno del cerchio: anche se la semplicità resta evidente e le sue funzioni sono ben definite, l’azienda di Praga mantiene un’attenzione particolare alla diversità dei suoi utenti e delle loro esigenze, che ha imparato a conoscere in 30 anni di attività.

Chatta
1
Serve aiuto?
Ciao,
posso aiutarti?